L’odore del neon 9: Libertà

Il cielo è limpido. Il freddo pungente. Sono le 7.00 e il Bosco di Neon è ancora addormentato. Qualche Castoro tenta di affacciarsi, ma pigro e affamato, torna nel caldo rifugio a masticare foglie al caffè. Un paio di Cricetine sostano, insieme al Totem, sotto il grande Cancello del Passeggiante, l’ingresso del bosco. Qualcuna di…

L’odore del neon 8: La Grande Riunione

È lunedì. Il Tronco dei Pensieri è sofferente. Il peso di tutti i Passeggianti presenti alla Grande Riunione lo schiaccia. C’è chi implora il perdono del Presuperiore per aver dato adito al Castoro Vincente, c’è chi, insieme al Grande Folletto, tenta di pensare ad una soluzione. Il Passeggiante del mercoledì sera è il più preoccupato.…

L’odore del neon 7: Idee

Le chiavi del Passeggiante suonano tremolanti al ritmo di terrore. Il Bosco di Neon inizia la sua nuova giornata cercando di non pensare all’arrivo di Idee. – Buongiorno Totem. – saluta il Passeggiante. Il Totem ricambia con un sorriso beffardo, insolito. Il Passeggiante lo nota, ma l’ordine del Grande Folletto è di mantenere la calma.…

L’odore del neon 6: il disgelo dei Ratti

Il Presuperiore è immobile dinnanzi al suo ominide. È preoccupato per l’impatto che l’ondata di Istinto ha avuto sul Bosco di Neon. – Non potevamo prevedere la morte del Passeggiante del venerdì mattina, Signore. Silenzio. L’ominide osserva servizievole il Presuperiore: sorriso stampato di gomma bianca, capelli rossi e ricci spettinati ma immobili, un lecca lecca…

L’odore del neon 5: Istinto

Venerdì. Il Passeggiante del mattino apre il Bosco di Neon con un’apprensione degna di chi sta sfidando l’ignoto. Il primo Castoro ad arrivare sorride. Batticuore. Subito dopo arriva una Cricetina: nonostante la buon’ora, sembra già pronta a perdersi nella luminescente tana della Lontra Fashion, il Castorale più alla moda del Box. Agitazione. Improvvisamente una musica…

L’odore del neon 4: l’arrivo delle Fate

Il Presuperiore osserva fermamente le telecamere di servizio inquadrare l’arrivo delle Fate a palazzo. Da anni gli Inferiori, in rispettose e silenziose manifestazioni nei vari boschi del Box conosciuto, cercavano di convincerlo ad introdurre le Fate nei loro boschi. È giovedì. Il Grande Folletto del Bosco di Neon aspetta impaziente un cenno dal merlo. Silenzio.…

L’odore del neon 3: il Castoro Lilla

La morte del Totem e del Castoro delle calze provocava nella memoria del Grande Folletto cascate di tristezza. Perdere un valido guardiano del bosco significa, sempre, aumentare il numero di passeggiatori furbi in fuga; perdere un efficiente allineatore di calze significa, allo stesso modo, diminuire il numero di passeggiatori soddisfatti. La Barriera delle Fratte avrebbe…

L’odore del neon 2: l’alluvione

È martedì. Il Passeggiante di turno, puntuale come un orologio svizzero, giunge al Bosco di Neon alle 5.45 in punto. Il sole è ancora nel suo caldo letto universale, mentre i primi Castori giungono al mattino puntuali come le tasse. Sembra un giorno come un altro, ma non lo è: le prime luci dell’alba rivelano…

L’odore del neon 1: il passeggiatore furbo

Il Bosco di Neon era diviso in diciotto Fratte, ognuna della quali aveva, in media, due o tre Castori, ciascuno di loro presissimo dalla cura della propria Fratta. La Fratta più grande, quella più invasa dai passeggiatori, era quella chiamata Barriera delle Fratte, popolata da angeliche Cricetine, intente a salutare i passeggiatori giunti al termine…

Millie Brown: quando vomitare diventa arte!

Millie Brown sarebbe stata un’artista praticamente sconosciuta se non avesse vomitato latte color azzurro sul candido vestito di Lady Gaga nel video di “Exorcist Interlude”. Ribattezzata “Vomit Painter”, Millie Brown è una delle figure più rappresentative della nuova tendenza ad estremizzare l’arte contemporanea: per creare le sue opere d’arte l’artista, a stomaco vuoto, beve un’enorme…

In viaggio con “Andy, gli Angeli e me.”

La prima volta che conobbi Vania, era appena tornata da una lunga e brutta malattia. Ictus, mi dissero. La nostra conoscenza fu subito amichevole e piacevole: lei aveva appena scoperto che avevo scritto un romanzo e la cosa che più mi stupì fu la totale e completa assenza di invidia o superficialità da parte sua…

Salvando Roma con l’arte del teatro

Qualcuno avrebbe voluto che Roma, oltre ad essere la capitale di un’Italia unita solo nel pensiero di pochi, nelle finali dei mondiali di calcio o nell’esequie solenni a moderni martiri di guerra, fosse diventata, dopo le guerre globali, il centro culturale del mondo intero. In un certo senso “centro culturale” Roma lo è diventata: Trastevere…

L’arte dei cristalli nella pancia della Terra

Quando abbiamo visto le prime immagini, abbiamo subito pensato che l’arte si manifesta, anche e forse soprattutto, tra le forze della natura. Poi, passato lo stupore, ancora emozionati, ci siamo subito immaginati il film di Superman. E’ uno scherzo? E’ davvero la scenografia del mondo alieno da cui proviene il mitico personaggio della DC Comics? No,…

Scrivere in fantasiano

Tutta la vita a pensare di non poterlo fare. Avevi letto qualche libro qua e là, più che altro thriller, romanzi d’avventura. Tra un Topolino e l’altro ovviamente. Fin da piccolo ti avevano consigliato il solito Piccolo Principe, che mai hai poi letto. Poi così, senza preavviso, inizi a scrivere. Più per gioco in realtà,…

Dallo spazio un italiano fotografa l’Italia

  Dallo spazio un italiano fotografa l’Italia. Paolo Nespoli, l’unico astronauta italiano dell’Esa, si trova attualmente a bordo della stazione spaziale orbitante dell’agenzia spaziale europea. La sua missione, iniziata il 15 dicembre 2010, durerà fino all’ 11 maggio 2011.  Stamattina alle ore 10.00 (italiane), Nespoli si è collegato a Twitter dallo spazio, scrivendo a suoi amici e…

Le più belle foto astronomiche del 2010

Lo spazio ha sempre affascinato l’uomo…da quando esiste la fotografia (soprattutto quella moderna “ultradigitale”) l’uomo ha cercato di immortalare lo spazio come neanche l’occhio umano riuscirà mai a fare… La Britain’s Royal Observatory ha selezionato le più belle foto tra oltre 3.000 che hanno partecipato al concorso fotografico di astronomia dell’anno 2010.