The Scandalous Lady W

Salve a tutti, eccomi di nuovo qui ma questa volta vorrei parlarvi di un film inglese che ho visto di recente, e che spero sinceramente arrivi anche in Italia. Vi starete domandando perché ho scelto di vederlo, la risposta è molto semplice.. LEI

Natalie Dormer è un’attrice che a me piace molto, è quella che considero “un mio punto di riferimento nella recitazione”, quindi quando ho letto che avrebbe girato questo film, non ho esitato a guardarlo subito in streaming. Di seguito potrete trovare dei piccoli spoiler, quindi fate attenzione!!

<<Desideri parlarmi?>>
Il film inizia con questa (apparentemente) semplice domanda, e da lì in poi iniziano a susseguirsi i dettagli di un avvincente dramma del 18 ° secolo, la vita scandalosa di Lady Seymour Worsley, che ha osato lasciare il marito e fuggire con il suo migliore amico, il capitano George Bisset.


Bellissima, scaltra e dolce, Lady Seymour Worsley inizia così il suo percorso in società. Amo i film in costume e questo mi ha portata a vederne in quantità industriali. Mi piacciono le ambientazioni ma soprattutto i costumi, non ve lo nego, ho un debole per gioielli e costumi dell’epoca.
Natalie cammina e indossa questi panni come se ne fosse la legittima proprietaria, ha un’eleganza di altri tempi uno charme invidiabile.


Uno dei motivi per cui ho iniziato a seguirla è stata la sua recitazione, il modo che ha di rendere così vero tutto ciò che racconta attraverso i personaggi che interpreta.
Durante il film molti sono stati i pensieri e le considerazioni che ho avuto su questo personaggio; sono passata ad un “Dio quanto è dolce” ad un “è una leonessa” fino ad ammirare il coraggio e la determinazione di questa donna,  Lady Seymour Worsley, per aver rinunciato a tutto pur di ottenere la sua libertà e la sua indipendenza.


Avrei fatto anche io le stesse scelte? Probabilmente no, ma vivo nel 2015 e per me certi concetti sono del tutto estranei. All’epoca le donne erano considerate oggetti di proprietà del marito, l’uomo doveva essere compiaciuto dalla moglie in ogni suo capriccio, ogni suo desiderio trasformato in realtà dalla donna che giaceva accanto a lui. Ovviamente dalle mie parole si evince uno schieramento, ma è inevitabile non posso farne a meno. Ciò che questa donna (come molte altre d’altronde) ha dovuto fare per ottenere l’approvazione del marito, è deplorevole.



Il montaggio del film mi è piaciuto molto, così come i colori, per non parlare di Londra, città che amo da troppo tempo ormai.
In conclusione è un film che consiglio, secondo me deve essere visto ma dovete sempre tener a mente che essendo un film è per forza di cose romanzato, quindi prendete con le pinze i vari avvenimenti, e godetevi un film d’epoca, ambientato a Londra e recitato da bravi attori.
Vi lascio con la mia citazione preferita del film:

“And while it is my misfortune to live in an age of men I will never belong to any man ever again.”

F. Battaglia

Annunci