Dieta e Salute: ipocrisia e anoressia

Navigando in un mare di web, abbiamo notato di tutto e di più: esistono siti che descrivono come costruirsi una bomba in casa ed altri che consigliano la strada giusta da intraprendere per diventare un serial killer (si, è incredibile, ma provate a digitarlo su google e vedrete con i vostri occhi!)…
Continuando a navigare per curiosità abbiamo notato anche che esistono siti web che consigliano metodi e programmi per diventare anoressici (per fortuna li stanno pian piano chiudendo e bloccando)…
Il responsabile dell’Ambulatorio per la cura dell’Anoressia Nervosa all’Universita’ degli studi di Roma Tor Vergata dice che, tra tutti i malati di anoressia, ogni anno ne muoiono circa 200…solo il 30% si salva…c’è poco da scherzare…
Ormai internet consente a chiunque di dire qualcosa (come tra l’altro stiamo facendo noi) e consente a tutti gli altri (il mondo) di leggerla…cerchiamo però di restare sempre nel giusto, dicendo che di anoressia si muore…
Così come tanti siti parlano di anoressia e di come combatterla, anche noi vorremmo dare il nostro contributo…

L’anoressia è la mancanza volontaria dell’appetito e  può condurre alla morte se persiste.
Si tratta di un sintomo dovuto a diverse cause. Si può essere “affetti da tendente anoressia” quando si verifica qualcuno dei seguenti casi: 
  1. Severa perdita di peso: richiesto un valore minimo corrispondente al 85% del peso standard che il soggetto dovrebbe avere per età ed altezza. Se si hanno variazioni repentine di peso, dell’ordine di 1-2 kg persi a settimana questo costituice un criterio di urgenza ed emergenza;
  2. Paura di ingrassare: da intendere come preoccupazione costante ed insopportabile di aumentare peso indipendentemente da quello attuale;
  3. Dismorfismo corporeo: eccessiva influenza del peso e della forma corporea sull’autostima, alterazione dell’immagine di sè, rifiuto di ammettere la gravità della situazione di sottopeso;
  4. Amenorrea: assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi.
I disturbi alimentari, come l’anoressia (e la bulimia), sono una patologia e come tale deve essere affrontata attraverso le strutture mediche serie. La volontà da sola è insufficiente. Il primo passo concreto può essere però trovare il coraggio di informarsi.
Su www.anoressiaebulimia.info si può per esempio fare un interessante test studiato appositamente da medici e psicologi, per avere un primo riscontro del proprio stato. 
Pensate che è considerata dalla moderna medicina tra i disturbi alimentari più gravi e sono potenzialmente a rischio il 10% degli adolescenti.
L’anoressia è una malattia mentale, pertanto ha bisogno di essere combattuta non da soli, ma con il supporto di qualcuno…
In alcuni casi vengono usati metodi sperimentali (come la musica), ma spesso bisogna rivolgersi a medici e psichiatri specializzati…
Per tutte le informazioni del caso visitate www.anoressiaebulimia.info nato dall’iniziativa del Movimento Italiano Genitori, associazione di persone comuni, genitori, che il problema hanno intenzione di affrontarlo e risolverlo davvero…

fonte 1 fonte 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...